Vai al contenuto
Home » Giornale del Buyer » Sourcing strategico e tattico: l’arte del Procurement!

Sourcing strategico e tattico: l’arte del Procurement!

Il concetto di sourcing è legato al processo di approvvigionamento del materiale.
In generale consiste nell’individuare e selezionare la migliore fonte di rifornimento, per soddisfare le esigenze di qualità, costo e tempistica all’interno dell’ambito aziendale di riferimento.

Per raggiungere questi target però si possono percorrere differenti strade che permetteranno, in egual modo, di influenzare i profitti e la competitività aziendale.

Quali sono queste strade?

Nel mondo del Procurement si identificano due grandi filoni al cui interno confluiscono tutte le diverse sfaccettature dell’approvvigionamento:

  1. il sourcing strategico
  2. il sourcing tattico

Sono entrambi due metodi validi da conoscere e padroneggiare.
Proviamo quindi ad approfondirli insieme.

Non perdiamo quindi altro tempo, iniziamo!

Figura 1 - I principali metodi di sourcing nel Procurement
Fig. 1 – I principali metodi di sourcing nel Procurement

Sourcing tattico: l’arte del tutto e subito!

Commessa sotto lead time per cliente primario, rettifica negativa con conseguente rottura di stock, linee di produzione interne da caricare senza pianificazione, ecc..

Questi sono solo piccoli esempi in cui l’esigenza a breve termine è predominante rispetto a qualsiasi altro ragionamento.

Proprio in questi casi chi acquista deve utilizzare il sourcing tattico.
Questo approvvigionamento, infatti, è vincente rispetto ad una pianificazione approfondita.
Così facendo ci si trasforma in un vero e proprio opportunista del settore.

Ma nella pratica quali sono le attività di chi svolge la mansione da buyer?

Ci sono delle specifiche attività che si devono introdurre quando si utilizza questo tipo di approccio, come ad esempio:

  1. analizzare le fluttuazioni di mercato a breve termine (ad esempio sulle materie prime) o opportunità particolari, emettendo ordini per acquisti spot.
  2. negoziare con i fornitori sconti per pagamenti anticipati, riducendo i costi e migliorando l’efficienza del capitale circolante
  3. razionalizzare i fornitori migliorando l’efficienza.

Si semplifica l’elaborazione degli ordini e si riducono i costi amministrativi

Potremmo quindi sintetizzare che la peculiarità delle azioni, in questa metodologia, risiede soprattutto sulla velocità di esecuzione per cogliere soddisfazioni nel breve periodo.

Sourcing strategico: l’arte della riflessione!

Analisi VAVE, matrice di Kraljic, TCO, sono solo alcune delle metodologie che si possono adottare quando hai una visione strategica di medio e lungo periodo nella gestione dell’approvvigionamento.

In questi casi, infatti, dovrai investire maggiore tempo e risorse nelle tue analisi, perché gli obbiettivi saranno connessi a soddisfare le richieste più esigenti ed impattanti della tua azienda.

Ma nella pratica quali sono questi obbiettivi?

Eccoti alcuni esempi pratici:

  • avere un vantaggio competitivo attraverso l’innovazione

Ti sarà immediatamente chiaro che in questo caso la ricerca di un saving immediato non potrà guidare le tue scelte.

Ad esempio potresti optare per la produzione di un particolare utilizzando la stampa 3d al posto di una lavorazione dal pieno da centro.

Raggiungere questo tipo di efficienza permetterà alla tua azienda un differente posizionamento sul mercato che porterà benefici anche sull’area acquisti, allargando i margini di spesa.

  • diversificare i rischi sulla fornitura

Attraverso una corretta analisi della spesa potrai individuare i componenti e/o fornitori maggiormente impattanti, valutando eventuali rapporti di partnership o di doppia fornitura.

In questo caso l’obbiettivo primario è quello di evitare rotture di stock e il conseguente blocco della linea di produzione.

  • diminuire i costi di stoccaggio

I costi di magazzino possono impattare negativamente sul conto economico aziendale.

Per questo motivo l’avvio di strategie concordate come il Consignment Stock o contratti annuali e/o pluriennali legate alle forniture devono essere considerate come primarie per il benessere aziendale.

Potremmo quindi sintetizzare che le peculiarità delle azioni, in questa metodologia, si basano soprattutto sulla pazienza, la riflessione e la visione di lungo periodo.

Sourcing strategico e tattico: cosa deve scegliere chi svolge la mansione da buyer?

Come per qualsiasi altra tematica, che abbiamo affrontato all’interno di Buyer’s Line, la risposta rimane sempre la stessa: DIPENDE!

Solitamente le dimensioni dell’azienda, il mercato di riferimento e le esigenze commerciali e di produzione inducono ad utilizzare una delle due strategie.

Per chi si trova a dover svolgere la mansione dell’approvvigionatore è di fondamentale importanza capire quando utilizzare una o l’altra strada.

Per aiutarti identifica innanzitutto i tre elementi principali che caratterizzano questa scelta:

  • orizzonte temporale: immediato o di lungo periodo
  • approccio decisionale: veloce e agile o basata su analisi approfondite
  • rapporto con i fornitori: limitato o di visione strategica

Infine, concentrati sui fattori di rischio e sugli investimenti che dovrai introdurre per attuare il tuo progetto.

Solitamente il sourcing tattico non richiede investimenti e non mitiga i rischi.

Eccoti una piccola tabella riassuntiva da consultare al bisogno:

argomento/tipologiasourcing tatticosourcing strategico
soluzionibreve periodomedio/lungo periodo
atteggiamentoreattivoproattivo
mitigazione rischino
relazione fornitoriminimapartner
investimentiminimimedio/elevato

Molto bene e anche per questo articolo siamo arrivati alla conclusione.

Speriamo di aver suscitato la tua curiosità su questo argomento e sul mondo del Procurement.

Ti vogliamo lasciare con una massima di Sun Tzu, relativamente alla strategia e alla tattica:

“… la strategia senza la tattica è la più lenta strada per raggiungere la vittoria.
La tattica senza strategia è il rumore che precede la sconfitta”.

Ci troviamo al prossimo articolo e nel frattempo continua a seguire la line dell’acquisto efficace,

segui Buyer’s Line!

A presto

Fonti:

– ORDER.CO https://www.order.co/blog/purchasing-process/tactical-sourcing/
– CURRENT https://currentscm.com/blog/strategic-vs-tactical-sourcing/
– PURE MORNING: https://puremorning.it/strategia-tattica-aziendale/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *